L’epopea verso il conseguimento dell’abilitazione alla professione sanitaria di psicologo continua, nonostante tutto, anche alla vigilia di un mese dall’inizio delle prove: ogni volta come se dovesse essere prevista l’attesa di una puntata successiva, con fatica, spaesamento ma con ancora la voglia di lottare.

Ieri, come annunciato alla fine della Manifestazione a Montecitorio del 12 giugno, due dei rappresentanti del Movimento per la Laurea Abilitante in Psicologia, Davide Pirrone e Marilisa Maioli, sono stati ricevuti dal Capo Segretario del Ministro Manfredi, Domenico Petrazzuoli, annunciando tramite una diretta serale gli esiti del suddetto incontro.

I due amministratori hanno comunicato che è in programma il tentativo di una revisione dei corsi di laurea in psicologia previsto a partire già dal 2021, in modo da rendere il corso stesso abilitante allo svolgimento della professione.

E per quest’anno?

Risposte più precise e concrete sono giunte al momento dell’entrata in stanza del Ministro Manfredi, assieme a una task force di due collaboratori, il quale ha raggiunto l’incontro già in atto e tramite una discussione sulla questione Esami di Stato ha dato il benestare del Ministero per una riformulazione della sessione 2020, della cui urgenza i vari esponenti erano pertanto già largamente a conoscenza.

Il Ministro Manfredi ha spiegato in maniera molto pragmatica che una modifica per l’anno 2020 è possibile a patto di 3 condizioni: 1) Presenza di tempi tecnici per muoversi prima di luglio, 2) Possibilità di lavorare sulla legge 328/2001, che regola la Professione di psicologo, 3) il nulla osta da parte del nostro Ordine Professionale.

Serve quindi un confronto serrato con l’Ordine Professionale, tramite cui giungere ad un fronte comune sui contenuti – che siano il più possibile omogenei all’interno delle diverse sedi universitarie – della famigerata prova online.

Sembra dunque che a distanza di tre settimane, da quando cioè si è iniziato a far conoscere la notizia della situazione tramite la pubblicazione su testate giornalistiche online, sia locali che nazionali, le acque si siano smosse parecchio, provocando un vero e proprio turbine dal basso al vertice della scala.

“Molto ha fatto l’incontro col Prefetto durante la Manifestazione di Napoli” spiega Marilisa, “e ovviamente la Manifestazione a Roma, in cui eravamo tantissimi”.

Lunedì 22 si svolgerà dunque una riunione online tra gli amministratori del Movimento per la Laurea abilitante in Picologia, il Presidente del CNSU (Consiglio Nazionale Studenti Universitari) Luigi Chiapparino, il Direttore Generale del MIUR e il Presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi, Davide Lazzari.

Dal canto suo David Lazzari, durante la diretta svoltasi domenica 14 giugno su Twitch con Davide Pirrone e la giornalista Elena Sodano, disponibile alla pagina Facebook “Laurea Abilitante Psicologia” (qui il link), aveva parlato della volontà presente già da qualche anno da parte dell’Ordine di uniformare i corsi di laurea in Psicologia in maniera del tutto attinente allo status di professione sanitaria, quale attualmente è divenuta a tutti gli effetti attraverso la legge Lorenzin n° 3 del 2018.

In una lettera aperta di 20 giorni fa indirizzata al Ministro Manfredi e al Ministro Speranza, il Presidente Lazzari aveva espresso la volontà non soltanto di riformare i corsi di laurea in Psicologia uniformandoli alle professioni sanitarie, ma altresì di allinearne lo svolgimento degli Esami di Stato.

Questa affermazione piuttosto sibillina ha trovato risposta in prima persona attraverso le parole del Presidente stesso, che ha chiarito la richiesta di rendere la valutazione del tirocinio professionalizzante abilitante allo svolgimento della professione stessa.

In vista di un ipotetico rifiuto, l’Ordine Nazionale si è impegnato nell’elaborazione di linee guida per rendere la prova d’esame il più possibile uniforme e realmente semplificata all’interno delle varie sedi.

Tali linee guida dovrebbero essere pubblicate sul sito del CNOP in questi giorni, attese tanto dagli studenti quanto dai membri delle varie commissioni.

La richiesta che gli amministratori stanno portando avanti è quella di rendere abilitante il tirocinio svolto, ma bisogna capire se tale richiesta potrà trovare accoglienza tenendo conto della legge 328/2001 che regola le prove per l’Esame di Stato per la professione di psicologo e risulta diversa da quella dei medici.

Qualora invece non si riuscisse a trovare un accordo tra le parti per la richiesta avanzata, si è disposti a scendere ad un Esame di Stato basato esclusivamente sulla valutazione dell’esperienza di tirocinio formativo e sulla deontologia professionale, cuore e materia regolatrice della professione.

Attendiamo fiduciosi di saperne di più il prossimo lunedì, sperando di avere notizie quantomeno certe e definitive; nel frattempo non possiamo che fare un grande in bocca al lupo a chi sta lavorando per noi e un grande ringraziamento a tutti quelli che continuano a partecipare e a credere nella nostra causa, e sono pronti a battersi in nome dei diritti e della dignità della categoria professionale di psicologo.

CONDIVIDI
Articolo precedenteCum grano salis
Elisa Ginanneschi
Cresciuta in un piccolo paesino, ma con grandi sogni per la testa. Le coordinate che da sempre danno direzione ai miei obiettivi sono quelle che chiamo le "Due P": Poesia e Psicologia. Mi sono laureata in Psicologia Clinica alla Sapienza di Roma con 110 e lode con una tesi dal titolo "L'accoglienza dei soggetti transgender nel contesto sanitario". Durante il corso di laurea magistrale ho svolto il Percorso d'Eccellenza occupandomi di plusdotazione, in particolare dell'influenza dello stile genitoriale sulle caratteristiche di sviluppo dei bambini plusdotati. Attualmente frequento l'Istituto di Sessuologia Clinica di Roma per diventare consulente sessuale e svolgerò un tirocinio presso l'Istituto di Ricerca in Sessuologia Clinica. Sostenitrice dei diritti LGBTQI+, appassionata lettrice dei segnali dell'animo umano. Ho pubblicato diverse raccolte di poesia, dal titolo: Arcano Verbo, Carne e spirito, Suppliche mondane, Dieci a mezzanotte, Liriche di luce e D'estro e d'arsura. Contatti: elisaginanneschi11@gmail.com

ADESSO COSA PENSI?