3.4 C
Milano
mercoledì 12 dicembre 2018
Approfondimento tematico

Approfondimento tematico

Cultura Emotiva I temi pulsanti della psicologia, raccontati con il linguaggio dell’emozione

Perché le favole finiscono quando il principe azzurro sposa la sua bella?

Già perché? Mi ha sempre lasciato una nota di curiosità la fine delle grandi fiabe: Cenerentola, La Bella Addormentata, Biancaneve, questo genere, ci siamo capiti. Al di là del fatto che da bambino ho desiderato che le fiabe, nella loro versione cinematografica, non finissero...

L’abito fa il monaco? Le funzioni socio-psicologiche degli abiti e del make up

Oggi parliamo di abiti! Gli affezionati lettori di Cultura Emotiva ricorderanno che avevamo già affrontato l’argomento, ma da un punto di vista psico-patologico (la “Sindrome da acquisto compulsivo”), qui invece direi che lo stile è molto più vicino a Tg2 Costume e Società... Voglio farvi...

Il valore terapeutico delle sostanze psichedeliche

Articolo di: Silvia Testa Le sostanze psichedeliche come LSD, funghi allucinogeni, psilocibina e mescalina sono rinomate per la loro capacità di alterare lo stato di coscienza, le capacità sensoriali, la percezione del tempo e dello spazio. Quando si assume uno psichedelico si ha il cosiddetto “trip”...

Creatività: è questione di stile (cognitivo)

Cos’è la creatività? Cosa rende una persona creativa? “Creatività significa semplicemente collegare cose. Quando chiedi a persone creative come hanno fatto qualcosa, si sentono quasi in colpa perché non l’hanno fatto realmente, hanno solo visto qualcosa e, dopo un po’, tutto gli è sembrato chiaro....

Riflettiamo sulla violenza: una “Casa dalle nuvole dentro”

  Oggi sempre di più ci troviamo di fronte al tema della violenza, dell'aggressività. Sempre più spazio viene dedicato soprattutto ad una sua forma particolare, chiamata violenza contro le donne, violenza di genere, aumentando la sensibilità sociale nei confronti di questo tema, ma anche l'allarme. Purtroppo sappiamo...

A scuola di ozio: la nuova didattica cooperativa

ARTICOLO DI: Silvia Testa Non tutti sanno che la parola scuola deriva dal greco scholè che significa ozio, riposo. Nell’antica Grecia la scholè era proprio il tempo in cui ci si riposava dalle fatiche della vita quotidiana per dedicarsi allo studio e al ragionamento. Se pensiamo alla scuola odierna la...

Disempatia, memorie somatosensoriali e anoressia

“Le cose che vede un bambino piccolo non formano ricordi, formano parti della sua anima” (M. Montessori) Questa affermazione invita ad una riflessione profonda su una fase della vita nel corso della quale i “fatti” hanno una funzione plastica, ovvero non si limitano ad accadere...

Le psicopatologie dell’amore

Su quando si ama troppo, non si ama abbastanza, o non si riesce ad essere amati. Ho sempre viaggiato con il pensiero disegnando l’amore nelle sue mille forme, immaginandomi il sentimento amoroso come una profonda sintonizzazione tra due esseri, figurandomi una sorta di “telepatia” e...

La mossa U-37. Ovvero, la storia di come una partita a go ha cambiato per sempre la storia delle intelligenze artificiali

Se siete degli appassionati di go, machine learing, o avete amici sud koreani, avete probabilmente sentito parlare di alphago. Nel marzo del 2016, alphago è stato il primo programma in grado di sfidare un campione professionista di go, il sud koreano Lee Sedol. Ma...

Intervenire ogni volta come se fosse la prima

Leggendo il libro “Aiutami a diventare grande” di Tania Scarlaccini con la collaborazione di Flavio Cannistrà e Tania da Ros ci si imbatte in un suggerimento peculiare. Si tratta di un libro ben scritto, abbastanza corto da non diventare un impegno a lungo termine ma...

Articoli recenti

Il più letto della settimana

Vi siete mai chiesti che cosa c’entrino le stelle con i desideri? Un legame che risale agli antichi, come ogni storia suggestiva che si rispetti. Il termine latino de-siderio significa letteralmente “mancanza di stelle”, ovvero “avvertire la mancanza delle stelle”, la distanza, la lontananza di qualcosa a cui aspirare. È esattamente ciò che accade con il desiderio. Tutti ne hanno, pochi...