1.8 C
Milano
giovedì 5 dicembre 2019

Opinioni polarizzate su Facebook: confirmation bias e esposizione selettiva

Viviamo in un’epoca di forte contrapposizione mediatica e ideologica, dove le idee e le opinioni sui fatti sociopolitici sembrano spaccare l’opinione pubblica in schieramenti opposti che difficilmente riescono a dialogare tra loro. Mi riferisco a questioni come l’accoglienza dei migranti, l’obbligo vaccinale, la legalizzazione delle...

La transessualità non è più una malattia per l’OMS

Il 18 giugno scorso l’Ordine Mondiale della Sanità ha rimosso la transessualità dall’ICD (International Classification of Diseases), determinando così che non si tratta di una malattia. Quando venne depennata l’omosessualità dal DSM, nel 1973, Paul Watzlawick commentò acutamente che grazie ad un “tratto di penna”...

Perchè essere diverso ti dà una marcia in più

È tempo che i genitori insegnino presto ai giovani che nella diversità c’è bellezza e c’è forza Maya Angelou   Articolo di Fabrizio Scarano Eh già, nella diversità c’è bellezza, quante volte lo abbiamo sentito dire. Ciò che è diverso da noi ci spaventa ma ci attrae anche...

Psicologi 2.0: la psicologia incontra la tecnologia

La tecnologia è sempre stata uno dei miei più grandi incubi. Ho sempre odiato aspramente la sua freddezza e la sua logica e, con fatica, ho lottato tutti questi anni contro Zuckerberg. Non è stato facile sopravvivere in un mondo di e-mail, telefonate su Skype,...

Le nuove frontiere della terapia: la “Travel Therapy”

"Non sono le persone che fanno i viaggi, sono i viaggi che fanno le persone " J. Steinbeck A tutti noi sarà sicuramente capitato di provare quella benefica sensazione rigeneratrice dopo essere tornati da un viaggio: che si tratti di un semplice weekend fuori porta o...

Disturbo Borderline e prospettiva evoluzionista. Il contributo di Giovanni Liotti

Ci ha lasciato pochi giorni fa uno dei più importanti esponenti del cognitivismo italiano. Giovanni Liotti, psichiatra e psicoterapeuta, è principalmente ricordato per i contributi apportati allo sviluppo dell’approccio cognitivo-costruttivista e cognitivo-evoluzionista. Vogliamo omaggiarlo presentando i suoi importanti contributi sul dibattito inerente il nucleo di...

Hikikomori, prigionieri delle aspettative. Perché scelgono l’isolamento sociale e perché non sono “malati mentali”.

“Fobia sociale, depressione, agorafobia, dipendenza da internet, timidezza, sindrome”. Queste sono alcune delle parole che vengono usate in modo errato per spiegarsi l’isolamento degli hikikomori, ma sui giornali e telegiornali capita che si usino termini molto meno tecnici e meno gentili che di certo non...

Perché gli animali ballano i Backstreet Boys?

Il ballo e la musica rappresentano fenomeni comunicativi universali presenti in ogni cultura ed epoca storica e costituiscono alcune delle esperienze umane più ricche dal punto di vista emotivo, motorio, cognitivo e psicologico. Da sempre il ballo e la musica accompagnano i rituali più sacri...

Il suicidio sui titoli dei giornali: cosa c’è dietro a tanto interesse?

Nell'articolo precedente, contrapponendo le parole evocative della poesia della grandissima Alda Merini agli scabri titoli dei giornali che tutti i giorni compaiono sotto ai nostri occhi, ho cercato di rendere evidente che non esiste un solo linguaggio per trattare un tema delicato come quello...

Giubbotti imbottiti di sabbia per controllare i bambini iperattivi. Metodo efficace o soluzione maldestra?

Negli ultimi giorni il curioso caso di 200 scuole tedesche ha fatto alzare una, se non entrambe le sopracciglia a chi si occupa di benessere psicologico e psicofisico, di educazione, e a molti genitori. Si parla della nuova idea, nata da un’insegnante, di equipaggiare...

Articoli recenti

Ok, Millennial – Internet, TV e le abitudini moderne ci rendono...

Dal loro debutto, le tecnologie elettroniche sono state accusate di ridurre le capacità cognitive e comportamentali delle persone. Diverse fonti accademiche e giornalistiche si...

Il più letto della settimana

Molti termini della psicologia, della psicoanalisi e della psichiatria ormai fanno parte del linguaggio comune; molti concetti finiscono per corredare la cultura collettiva, anche quella più pop, fino a diventare quelle che in gergo vengono definite “psicoballe”. Fra i tanti termini psicologici che più spesso ritrovo nei discorsi da bar, sulle bacheche di Facebook e, ahinoi, sulle grinzose braccia...