21.4 C
Milano
martedì 16 ottobre 2018
Autori Scritto da Davide Mansi

Davide Mansi

Davide Mansi
6 ARTICOLI 0 COMMENTI
Studente di Psicologia alla University of East London. Milanese nel cuore, prima di approdare a Londra ho passato un anno girando l’Australia e New York vivendo diverse realtà, finendo per innamorarmi della vita da backpacker e di Sydney. Oltre a macinare dati per ricerche scientifiche in università, i miei principali interessi in psicologia riguardano la comunicazione interpersonale e intrapersonale, la teoria della mente, le meccaniche delle relazioni sociali e lo studio di tecniche per abilitare e riabilitare in questi ambiti. Sul versante professionale intendo usare la psicologia per migliorare la vita delle persone e non metto limiti ai settori che possono beneficiare del supporto di uno psicologo e di una buona dose di creatività. Contatti: davide.mansi94@gmail.com

La transessualità non è più una malattia per l’OMS

Il 18 giugno scorso l’Ordine Mondiale della Sanità ha rimosso la transessualità dall’ICD (International Classification of Diseases), determinando così che non si tratta di una malattia. Quando venne depennata l’omosessualità dal DSM, nel 1973, Paul...

Buoni si nasce, Eroi si diventa: parola di Zimbardo

Come e perché si diventa eroi? Un addestratore di eroi ha dei suggerimenti al riguardo... Philip Zimbardo è uno degli psicologi più importanti della nostra epoca, certamente ha lasciato un segno grazie ai suoi esperimenti...

Hikikomori, prigionieri delle aspettative. Perché scelgono l’isolamento sociale e perché non sono “malati mentali”.

“Fobia sociale, depressione, agorafobia, dipendenza da internet, timidezza, sindrome”. Queste sono alcune delle parole che vengono usate in modo errato per spiegarsi l’isolamento degli hikikomori, ma sui giornali e telegiornali capita che si usino termini...

Giubbotti imbottiti di sabbia per controllare i bambini iperattivi. Metodo efficace o soluzione maldestra?

Negli ultimi giorni il curioso caso di 200 scuole tedesche ha fatto alzare una, se non entrambe le sopracciglia a chi si occupa di benessere psicologico e psicofisico, di educazione, e a molti genitori....

Perché imparare l’ottimismo?

Come s’impara l’ottimismo? È un vantaggio o uno svantaggio essere ottimisti? Spesso sono stato definito ottimista, a volte con ammirazione altre con compassione, per via di come vedo il mondo e come interpreto gli eventi....

Il linguaggio del corpo e l’arte di cambiare se stessi

Avete mai provato a “spegnere” l’audio, tutti i suoni che ricevete dal mondo e dalle persone per osservare solo con gli occhi i loro movimenti? Che cosa avete notato negli altri o in voi...

Articoli recenti

Il più letto della settimana

Quando un medico accoglie un paziente ed inizia la raccolta della descrizione dei sintomi pone normalmente una domanda: da quanto tempo si è accorto che…?  Lo scopo di questa domanda è di individuare non solo il momento ma le circostanze entro le quali un certo disturbo ha avuto il suo esordio. Ciò permette di dare un primo indirizzo generale alla comprensione...