8.4 C
Milano
lunedì 12 febbraio 2018
Autori Scritto da Davide Parlato

Davide Parlato

Davide Parlato
12 ARTICOLI 0 COMMENTI
Studio Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia presso l'Università di Milano-Bicocca (secondo anno) e nel frattempo mi sto formando in psicodiagnostica in un master presso lo Studio Associato di Psicologia Clinica A.R.P. (Milano). Scrivere mi appassiona, e dal 2013 mi occupo della linea editoriale con la redazione di Revolart, periodico online di informazione culturale (www.Revolart.it). Sono cofondatore del progetto Cultura Emotiva. Oltre alla Psicologia, all'Arte e alla Cultura sono un grande appassionato di musica: la chitarra, che suono da 9 anni, è un'importante parte della mia vita emotiva. Contatti: davide.parlato93@gmail.com

La risposta di Dan Kahneman alla guerra ai sacchetti

Perché diavolo la gente ce l’ha così tanto con questi maledetti sacchetti biodegradabili? Sinceramente era dai Vespri Siciliani che non sentivo un tale moto collettivo, una tale simpatetica riottosità contro la macchina statale e i...

Come affrontare la Crisi del Quarto di Secolo

“La verità È che ti fa paura L’idea di scomparire L’idea che tutto quello a cui ti aggrappi prima o poi dovrà finire La verità È che non vuoi cambiare Che non sai rinunciare a quelle quattro, cinque cose A cui...

Il problema della Depressione – Che differenza c’è fra essere depressi ed essere tristi?

La Giornata Mondiale della Psicologia e la Giornata Mondiale della Salute Mentale, due eventi davvero importanti per portare l’attenzione collettiva sul disagio psichico e la sua prevenzione e cura, hanno rievocato una serie di...

Caparezza racconta l’Acufene – Breve guida per affrontare Larsen firmata Salvemini

Fischia l'orecchio infuria l'acufene Nella testa vuvuzela mica l'ukulele La mia resistenza è quella zulu, cede Se arriva Larsen te lo devi tenere.È finalmente disponibile al pubblico l’ultima fatica di Michele Salvemini in arte Caparezza: Prisoner 907....

A proposito di Resilienza. Resilienti non si nasce, si diventa

Molti termini della psicologia, della psicoanalisi e della psichiatria ormai fanno parte del linguaggio comune; molti concetti finiscono per corredare la cultura collettiva, anche quella più pop, fino a diventare quelle che in gergo...

Pan, dio del Panico – La prospettiva archetipica di James Hillman

"Socrate: O caro Pan, e voi altre divinità di questo luogo, datemi la bellezza interiore dell’anima e, quanto all’esterno, che esso s’accordi con ciò che è nel mio interno.” Platone, Fedro Sperimentare il panico è una delle esperienze più turbanti...

Panico e Visione Interiore – Fare la conoscenza di Ka

Il mondo si fa improvvisamente strano nel corso di un attacco di panico. Tante cose paiono diverse dal solito, ma in particolare la realtà esterna diviene strana. Il corpo si fa leggero e pesante...

Only God Forgives – Il tema del complesso edipico in Freud e Jung (Seconda...

Leggi la prima parte Il cinema, come ogni espressione culturale, può essere sondato e decifrato in maniera analitica, così come ogni produzione umana. Specialmente il simbolo iconografico, affondando la propria struttura sui più antichi e...

Only God Forgives – Il tema del complesso edipico in Freud e Jung (Prima...

Julian (Ryan Gosling), un giovane bellimbusto americano, gestisce una palestra di arti marziali a Bangkok. Suo fratello, dopo aver stuprato e ucciso una ragazza, viene giustiziato dal padre della stessa, istigato dal silenzioso e...

BoJack Horseman – il disturbo narcisistico di personalità si fa cartone

Nella psichedelica Hollywood si incrociano le frenetiche e problematiche vite di uomini e animali antropomorfi, in un’esistenziale disamina umana della sofferenza, dell’autodistruzione e del grottesco sistema dello showbiz: questo è in sintesi BoJack Horseman, serie...

Articoli recenti

Il più letto della settimana

Un ostacolo frequente nel trattamento di disturbi psichici è rappresentato dal pregiudizio sui farmaci. Un certo numero di pazienti nonostante i benefici evidenti ottenuti a seguito di una terapia farmacologica, diventano "impazienti" circa il desiderio di ridurre e sospendere le terapie.Alcuni temono che il farmaco "intossichi il fegato" altri dichiarano che "non vogliono diventare dipendenti" da una medicina, altri ancora...